Indietro
1920x580

Qual è stato il capo più cool degli anni Duemila?

Una tuta in ciniglia nata da due giovani donne di Los Angeles

Era il 1988, quando Gela Nash-Taylor e Pam Skaist-Levy si incontrarono in una boutique di abbigliamento di Los Angeles dove lavoravano come commesse e decisero di investire 100 dollari a testa per lanciare una linea di pantaloni dedicati alla maternità. Levi’s vintage trasformati in premaman. Poi, dopo qualche anno, accantonarono l’idea per fondare un nuovo progetto, Juicy Couture.

Una linea di t-shirt e tute in ciniglia super sexy, made in the glamorous USA come recitava l’etichetta. L’elemento chiave era la sensualità che trasformava pantaloni vellutati e felpe super tight in capi conturbanti.  Il primo anno i profitti raggiunsero il milione di dollari e le due imprenditrici ampliarono l’offerta con abiti, gonne e altri capi casual. Tra questi c’era una tuta in ciniglia destinata a diventare il simbolo della moda dei primi anni 2000.

Juicy è stata indossata dal cast de Le ragazze di Wall Street, Business is business, con J Lo, Constance Wu, Lili Reinhart e Cardi B. Paris Hilton è la prima a presentarsi con la tuta in ciniglia sul red carpet, spesso abbinandola con borse Fendi ed è anche la più grande fan del brand californiano tanto da affermare nel suo reality show The Simple Life di possederne oltre mille.

Il fascino di Juicy è sopravvissuto al tempo e la sensualità delle tutine rimane attrattiva! Le trovate da JD Sports, preferibilmente nere.

jd sport