Indietro
1920x580

Psoriasi? Va curata anche da dentro!

Ecco i cibi che infiammano (e che vanno evitati)

Di psora, parlò il fondatore dell’omeopatia, Hahnemann, riferendosi a una eruzione cutanea legata a una infiammazione interna. La psoriasi, come ci conferma il medico Bartolomeo Allegrini del centro MediBio di Bari, è una manifestazione infiammatoria con la quale “il corpo ci dice che qualcosa non va. Ma meno male che si manifesta esternamente! Se restasse all’interno provocherebbe effetti molto più gravi. Quando il corpo ha la forza fisiopatologica per buttare fuori il fenomeno infiammatorio, ci manda la psoriasi”.  Perciò, non basta mettersi creme, la psoriasi va guarita anche e soprattutto da dentro.

Sul fronte alimentare, vi sono dei cibi che sicuramente non migliorano i fenomeni infiammatori. Ad esempio, i carboidrati raffinati come riso bianco, pane bianco, alimenti pronti come cracker e barrette, sono pro infiammatori.  Ad essi,  andrebbero prediletti riso integrale invece del riso bianco, avena  invece dei cereali e frutta invece di surrogati o barrette energetiche.  Fra gli oli, molti contengono Omega 6 e non sono consigliati. Meglio invece extra vergine di oliva, olio di cocco e olio di avocado spremuto a freddo. La curcuma è un'altra spezia fondamentale nel ridurre l’infiammazione. Anche le carni rosse o gli insaccaio come il salame andrebbero ridotti al minimo: è bene scambiare grassi saturi con alcuni acidi grassi Omega 3 sani. Invece della bistecca optare per salmone e una insalata condita con noci e semi di lino. Da eliminare o ridurre, anche glutine e latticini. Benefici per il microbioma intestinale, invece, i cibi ricchi di fibre come verdure, frutta, fagioli, cereali integrali, noci e semi.

Eventi

Puliti, comodi e molto chic!

Ecco i cani dell’era moderna!